Logiche profit: azzardo o possibilità?

Una proficua chiacchierata de visu con Fabio Latino ha fatto emergere stimolanti interrogativi in merito ad alcuni aspetti sui quali riflettevo da qualche tempo.
Inizio a definire l’ambito indicando alcuni punti deboli (che mi piacerebbe fossero almeno in parte smentiti!) e alcuni aspetti in sé neutri ma dei quali, invece, andrebbe tenuto conto valorizzandone le potenzialità:

ASPETTI “DEBOLI”

1. La fiducia che le ONP in Italia ripongono nell’online è scarsa
2. La conoscenza degli strumenti online è spesso superficiale
3. L’utilizzo effettivo di social media è decisamente basso e i singoli mezzi/strumenti (se si escludono le grandi organizzazioni) sono poco integrati tra loro e con gli strumenti/i media tradizionali
4. La collaborazione tra ONP in Italia è ancora poco sviluppata
5. La presenza online delle ONP è ancora parzialmente “ghettizzata”, se si escludono costose campagne promozionali supportate da sponsor e alcune community “pioniere” che cercano di coinvolgere una base utenti più allargata (sostenitori – associazioni – aziende)
6. La donazione online è più difficile da gestire rispetto ad altri Paesi

ASPETTI POSITIVI

1. Il web non è terra di nessuno: è un luogo che, se ben organizzato, risulta a volte più accogliente di un ambiente reale.
2. Il web è misurabile.
3. Essere sul web ha costi decisamente bassi.
4. La rete consente di individuare target mirati, liste permissionate da contattare… etc, con la stessa efficacia dell’offline. A volte addirittura maggiore.
5. La rete non è un universo caotico, ma un insieme di microcomunità legate tra loro da valori e interessi comuni.
6. Il web 2.0 ci ha insegnato che funziona meglio il dare rispetto al prendere.
7. Ogni contributo condiviso in rete (documenti, foto, video, podcast…) va considerato alla stregua di una vera e propria donazione.
8. L’elemento ludico online è fondamentale. Sentirsi parte di un gioco e contribuire attivamente a una causa comune, avere un riconoscimento all’interno di una comunità, non muove solo l’emozione: muove anche denaro.


DOMANDE (anche un po’ provocatorie)

  • Quanto e come cambierebbero le strategie no-profit se chi si occupa di Fundraising applicasse alla propria comunicazione le logiche del profit?
  • I donatori “tradizionali” si affidano al (e si fidano del) nome di un’associazione, prima che a un progetto. Online può davvero essere lo stesso?
  • Quanto le associazioni sono davvero interessate a promuovere e informare costantemente in merito al progress dei progetti avviati? E quanto sono disposte a condividere progetti e risultati con altre organizzazioni?
  • Se si considerasse il gioco come strumento di fidelizzazione e si ipotizzasse lo sviluppo di attività ludiche che abbiano come scopo la raccolta fondi, quale “attore” (ONP o aziende?) dovrebbe incaricarsi della progettazione e della gestione?

Elementi indispensabili per “essere online” proficuamente:

  • Effettuare un microinvestimento per una corretta pianificazione online
  • Investire tempo nella formazione di almeno una persona relativamente all’uso dei social media
  • Gestire la propria brand image con oculatezza e, allo stesso tempo, lasciarsi “contaminare” dalla reteSfruttare le logiche di partecipazione e “proattività”
  • Gestire consapevolmente lo scambio (il donatore risponde a logiche di “do ut des”: non basta l’emozione a catturare e, soprattutto, mantenere viva l’attenzione di un navigatore).

11 risposte a Logiche profit: azzardo o possibilità?

  1. francesco scrive:

    Io rispondo alla tua provocazione numero 3. Secondo me quella sarebbe la direzione da prendere ma ci sono troppe distanze fra modi di fare di organizzazioni nonprofit, c’è poco interesse a far vedere realmente quello che si fa. Quante onp che hanno blog che mostrano video o foto di quello che fanno? quante onp fanno parlare realmente i loro cooperanti? Quante? E poi i donatori in Italia secondo me devono ancora imparare a valutare bene l’operato delle onp. Troppi si fanno “convincere” dalle facili emozioni, dai mailing “lamentosi” e “piangenti”

    • emmapostel scrive:

      Sì, francesco, effettivamente è un aspetto “difficile”. Eppure gli strumenti “social media” invitano ad essere usati, proprio perché agevolano la condivisione e la partecipazione! Sicuramente l’elemento positivo è che sono gli utenti stessi a richiedere da parte delle onp un ripensamento delle logiche comunicative e informative. Forse questa è la chiave di volta: come ormai da tempo gli utenti hanno obbligato i media tradizionali (vedi tv e giornali) a ripensare i propri… “fondamentali”, oggi potrebbero essere i donatori a chiedere e pretendere vie nuove alle onp?

  2. […] Fabio Latino Riporto con piacere buona parte del post che Emma ha scritto dopo una nostra recente chiacchierata sul tema “web 2.0 e non […]

  3. francesco scrive:

    Si può essere quanto tu dici anche se ci sono onp che usano Facebook per copiare e incollare pezzi di comunicati stampa…

    • emmapostel scrive:

      E’ verissimo quello che dici, ed è esattamente il punto di “svolta”: oggi non possiamo parlare più solo di quanto è importante e bello usare i social media, perché molte onp stanno già sperimentando (come dici tu, con logiche non proprio adatte all’online). Bensì… di come vanno usati.

  4. Pharmb994 scrive:

    Hello! gbkddea interesting gbkddea site! I’m really like it! Very, very gbkddea good!

  5. However according to raspberry ketones is a must for healthy success When attempting to lose weight quicker too!
    You can take up to a gym membership, an hCG diet will understand why people just take it too
    much water at one time that raspberry ketones harmed fetal
    growth.

  6. game podcast scrive:

    I’m really loving the theme/design of your weblog. Do you ever run into any internet browser compatibility issues? A few of my blog readers have complained about my site not operating correctly in Explorer but looks great in Opera. Do you have any solutions to help fix this problem?

  7. total skin care scrive:

    My spouse and I stumbled over here by a different website and thought I might check things out.
    I like what I see so now i’m following you. Look forward to exploring your web
    page again.

  8. senior skin care

    Logiche profit: azzardo o possibilità? | Postel e il mondo Non Profit

  9. I am really loving the theme/design of your site.

    Do you ever run into any browser compatibility problems?
    A couple of my blog readers have complained about my site not operating
    correctly in Explorer but looks great in Safari.
    Do you have any tips to help fix this issue?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: