Social Network: gratuità, ma anche no.

Sfatiamo il mito della gratuità totale su Internet: si tratta di un do ut des differente, con dinamiche più complesse e passaggi meno diretti rispetto al mercato tradizionalmente inteso.
Ciò che “doniamo” implica da chi riceve un’azione di risposta verso il donatore – e se talora questo non prevede scambio di denaro, ciò non significa che sia un flusso “gratuito”: si può spendere denaro, ma anche tempo (per ringraziare, per ricordare, per promuovere) ed impegno.
La parola chiave resta però sempre una, scambio (che è simile ma non esattamente sovrapponibile al termine condivisione).
Questa breve introduzione per parlarvi di un’iniziativa che in qualche modo “mescola un po’ le carte”, ovvero parzialmente è gratuita, parzialmente si basa sullo scambio (di materiale, tempo, impegno, emozione), parzialmente invece “paga”. Si tratta di un contest, “Mio fratello è africano”, lanciato su Zooppa dall’organizzazione non governativa Medici con l’Africa Cuamm e potete trovarlo su Zooppa (che è media partner dell’iniziativa) o direttamente sul sito dell’ong, ma anche su Facebook, Flickr e Youtube.

Come “paga” questa iniziativa?
Non col denaro (come solitamente avviene su Zooppa) bensì, in una logica di “approfondimento della condivisione”, con la possibilità di unirsi ad una missione sul campo con Medici con l’Africa Cuamm.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: